PIETRA LAVICA

APPROFONDIMENTO

2023-09-06

Origine della pietra lavica il marmo che nasce dall’Etna


Il marmo Pietra Lavica è una roccia effusiva di origine vulcanica originata dall’Etna, il vulcano attivo più grande d’Italia e di tutta la placca euroasiatica.

Le lastre di pietra lavica, proposte nel nostro magazzino, sono il risultato delle colate laviche del vulcano Etna, avvenute dal 1969 ad oggi, che a contatto con l’aria si solidificano.
La sua origine geologica non permette di categorizzare tecnicamente la pietra lavica come un marmo, anche se comunemente viene così definita.

Il risultato di questo processo è una pietra naturale estremamente versatile dal colore grigio scuro.

A seconda delle zone del sottosuolo dell’Etna, il magma dà vita a diverse proprietà della materia, che determinano le caratteristiche della superficie della pietra lavica siciliana.

Processo di estrazione della pietra lavica

Anticamente la pietra lavica dell’Etna veniva estratta lungo i costoni del vulcano: solo gli strati superficiali di lava (più porosi e meglio lavorabili) venivano prelevati con arnesi come scalpello, mazzola e martello.
Attualmente invece l’estrazione avviene con l’ausilio di pale meccaniche, ruspe ed escavatori che permettono di raggiungere gli strati più profondi dove la lava si presenta più compatta, più dura e di colore più chiaro.
Nonostante comunque l’estrazione avvenga tramite strumenti e meccaniche, il lavoro di finitura della pietra lavica è ancora ad opera di artigiani scalpellini.

Pietra lavica levigata

Marmo Pietra Lavica: caratteristiche e settori di utilizzo

Inizialmente la Pietra Lavica veniva utilizzata soprattutto nelle zone limitrofe al vulcano Etna per la costruzione di strade, case ed oggetti di uso quotidiano o suppellettili.
Oggi le lastre di pietra lavica vengono esportate in tutto il mondo grazie alle interessanti caratteristiche tecniche come la robustezza, la resistenza agli sbalzi termici e al suo meraviglioso impatto estetico.

E’ un materiale perfetto per pavimentazioni, rivestimenti, elementi d’arredo e per l’urbanistica; inoltre, la sua resistenza alle alte temperature ne favorisce l’impiego in cucina rendendola un validissimo alleato per camini e barbecue.

Nello specifico la pietra lavica viene comunemente utilizzata in:

  • edilizia, per la costruzione di pavimentazioni, muri, facciate e rivestimenti esterni ed interni, grazie alla sua resistenza e durabilità;
  • architettura del paesaggio, nella progettazione di giardini, parchi e spazi pubblici, dove può essere utilizzata per la creazione di sentieri, muretti di contenimento, bordi per aiuole e elementi decorativi;
  • design di interni, per la sua bellezza naturale e il suo aspetto unico, dove viene utilizzata per pavimenti, rivestimenti murali, piani cucina, lavandini e altri elementi di arredo;
  • arte e artigianato, per la creazione di opere d’arte, sculture, oggetti decorativi e gioielli, in quanto offre una superficie solida e stabile che può essere lavorata con precisione;
  • cucina, per la preparazione e la cottura dei cibi, è spesso impiegata per realizzare piastre da griglia e piani di lavoro per la cottura diretta a contatto con il calore.

L’interpretazione della Pietra Lavica in Alberti & Alberti

È sempre stato considerato un materiale da dedicare ad utilizzi urbani, noi di Alberti & Alberti ne abbiamo intuito le potenzialità di impiego nell’ambito del design e dell’architettura e grazie alla collaborazione con architetti e designer, che hanno sperimentato la Pietra Lavica in ambienti ed utilizzi di pregio, abbiamo saputo dare risalto ad un materiale che probabilmente aveva un’altra storia da raccontare e siamo felici di essere noi gli autori.

Hai un progetto in mente?
Contattaci e verifichiamo come la Pietra Lavica può esaltare la tua idea…

Lavorazioni della Pietra Lavica dell’Etna


Questa versatile pietra può essere lavorata con svariate finiture a seconda della destinazione di utilizzo:

  • waterjet, sabbiata (che crea un effetto di “invecchiamento” o “usura controllata”, conferendo un aspetto antico e autentico alla pietra) o bocciardata per la posa di pavimentazioni in esterno che richiede una superficie antiscivolo;
  • lucida, levigata (che evidenzia i colori e le venature presenti nella pietra, conferendole un aspetto elegante e raffinato) o spazzolata (che crea una superficie ruvida e opaca per dare alla pietra un aspetto rustico e naturale, evidenziando la sua texture caratteristica) invece per interni.

Le lastre di pietra siciliana possono essere, inoltre, lavorate in:

  • fiammatura, che provoca delle microfessurazioni in grado di conferire alla pietra una texture irregolare e un aspetto più rustico;
  • segatura, che prevede il taglio della pietra lavica in lastre sottili e che può essere utilizzata per creare rivestimenti murali o pavimentazioni con un aspetto moderno e lineare;
  • intarsio e intaglio, che permettono di creare motivi decorativi o dettagli scolpiti sulla superficie della pietra lavica, dando un tocco di unicità alla pietra.

Le lavorazioni possono essere combinate o utilizzate singolarmente per ottenere l’effetto desiderato sulla pietra lavica siciliana, a seconda dello stile e dell’uso previsto.
Ogni tipologia di lavorazione, infatti, può contribuire a valorizzare l’aspetto naturale e le caratteristiche distintive della pietra lavica. Se invece si tratta di rivestimenti, la scelta diventa ancora più ampia in quanto si possono realizzare più di 20 lavorazioni differenti grazie a macchinari ed utensili moderni.

SABBIATO + SPAZZOLATO
BOCCIARDATO
BOCCIARDATO + SPAZZOLATO
VENERE
MERCURIO
MARTE

Presso il nostro magazzino principale abbiamo a disposizione un’ampia scelta di lastre e filagne in vari formati e spessori per soddisfare pienamente le esigenze della nostra clientela.

Vedi la disponibilità di Pietra Lavica

clicca su https://magazzino.marmialberti.it/?n=PTM&L=IT

×

Hello!

Click one of our contacts below to chat on WhatsApp

× Whatsapp CHAT